PER CAPIRE…

 

92d4c9a6b30e596116393bf98fbf8f37.png

 

PERCHE’ PER UN DISLESSICO E’ DIFFICILE PRENDERE APPUNTI?

Il ragazzo dislessico, non riesce a prendere appunti poiché la scrittura, per lui, non è un compito automatizzato, bensì rimane un compito cognitivo, per cui, concentrato a  riportare (codificare il linguaggio parlato) correttamente quanto ascoltato, come testo scritto, perde l’ascolto del seguente appunto.

Analizziamo il processo.

-Esempio di come prende gli appunti un normolettore:

il ragazzo ascolta la lezione orale

comincia a trascrivere il primo appunto

nel frattempo continua ad ascoltare la lezione (riesce a farlo senza difficoltà eccessive poiché la scrittura per lui è un compito automatico)

finito di scrivere il primo appunto ha gia in testa quello che ha appena sentito e scrive il secondo appunto mentre ascolta il terzo. E così via.

-esempio di come prende gli appunti un dislessico:

il ragazzo ascolta la lezione orale

comincia a trascrivere il primo appunto

siccome la scrittura per lui non è un compito automatico ma cognitivo, si deve concentrare su come scrivere ciò che ha appena ascoltato: per scrivere ad esempio “la data della scoperta dell’America è il 1492  per lui diventa “ la….(“d” ha la stanghetta in alto o in basso?…a destra o sinistra?… e richiama la memoria visiva…) data della (da scoprire… quindi scopr…) scoprerta dell’america (è gia indietro e non ha tempo di pensare se è un nome comune o proprio, per cui scrive la “a” minuscola. Ormai in agitazione, possono venire dubbi anche su quante gobbe ha la m e potrebbe scrivere n)…è il (i numeri spesso vengono trascritti invertiti, tanto più quando ormai è già nella confusione) 1942.

Nel frattempo la lezione procede ma lui ha gia perso il secondo e forse anche il terzo appunto.

Non gli resta che saltare e cercare di ascoltare il quarto punto, che riuscirà a scrivere come il primo ma perdendo sia l’ascolto che la trascrizione dei seguenti 5 e 6 punti…

Ormai frastornato e consapevole dell’incapacità di pendere gli appunti come i suoi compagni, le reazioni non possono che essere di rifiuto, di frustrazione, di rabbia. Quindi oltre a non riuscire a scrivere, perde anche l’ascolto della lezione e di conseguenza appare distratto e svogliato.

Per questo si consiglia di dispensare i ragazzi dislessici dal prendere appunti in modo che si concentrino sull’ascolto e successivamente consegnargli la fotocopia degli appunti di un compagno o meglio ancora lo schema della lezione dell’insegnante, in modo che a casa possa essere spunto di richiamo della sua memoria uditiva.

PER CAPIRE…ultima modifica: 2008-05-25T18:35:00+00:00da sabry685
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento